Leggera come un sorbetto

Bianca

leggera come un sorbetto

Cara Stella,
vacanze finite.

Ritorno alla realtà di sempre.

Non vorrei mai partire per non riassaporare l’amaro del rientro.

La spensierata leggerezza di questi ultimi giorni ha già lasciato il posto a una delle solite frenesie post vacanze che mi assalgono non appena varco la soglia di casa.

Sono in preda alla sindrome del rientro.

Necessità che tutto sia pulito, in ordine, che tutto ritorni alla vecchia rassicurante routine di sempre.

Una frenetica voglia di manualità per mettere a tacere i pensieri nostalgici di queste vacanze.

Si perché poi al rientro mi sorprendo a ripensare ai giorni passati come a qualcosa vissuto da un’altra me.

Una che non riconosco come la solita vecchia rassicurante Bianca.

Una persona capace di crogiolarsi per ore al sole, di perdere il senso del tempo dentro le limpide acque, e ..ci crederai mai? di abbandonarsi a piacevoli e frivole chiacchiere con persone mai viste prima.

Il tutto condito da un leggiadro spirito adolescenziale.

Un’altra Bianca che in fondo in fondo mi piace. Ma che non riesco a far entrare nella mia vita di tutti i giorni.

Aveva proprio ragione la nonna. Mettere rigide maschere è pericoloso. Quando mai riesci a liberartene continuando ad essere credibile?

La dovrei far entrare un po’ più nella mia quotidianità questa Bianca leggera e fresca come un sorbetto, solare e colorata come una golosa macedonia estiva.

E magari che ne sai che un giorno riesca anche ad accompagnarti a New York e a superare la paura di un volo lunghissimo-che-non finisce-mai!

E, detto tra noi, sono contenta di sapere che non mi abbandonerai ancora una volta per rifugiarti nella Grande Mela.

Non mi hai ancora detto dove te lo passerai questo ferragosto. Ricorda di passarmi a trovare presto prima di partire.

Novità culinarie, di cui ti voglio rendere complice, bollono in pentola.

Te l’ho detto che quella meravigliosa isola greca è stato in grado di rigenerare anche vecchie idee sopite, no?

In fondo cosa si perde a voler dare una prima forma ai propri sogni? Tutt’al più ritornerò ad essere quella solita vecchia e metodica Bianca che mi ha fatto compagnia sino ad ora e a cui, tutto sommato, sono affezionata.

La Bianca vacanziera e leggiadra mi ha ispirato questo delizioso sorbetto alla pesca colato sopra ad una freschissima macedonia di frutta fresca. Credimi, è una goduria! Dai vieni che ce lo gustiamo insieme!

Ti abbraccio forte!
Bianca

Lascia un commento

Name*
Email*
Url
Your message*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>