altalena

La vita è adesso

Ciao cugina, Berlino non è niente male. Ricordo ancora l’ultima gita da quelle parti  e le chiacchiere con quella tua specie di marito in un ristorantino in Friedrichstraße. Giulio, lo sai, non mi ha mai convinto del tutto. Credo sia un freno per la tua indole sopita: lui ti rende così impaurita, ti lega … almeno lo…

natale

Ritrovarsi a Natale

Ciao Bianca, ho provato a guardare la ricetta che mi hai inviato su Whatsapp ma il link non funziona. Nulla di strano, visto che in questo periodo l’unica cosa che funziona è la sfiga. Sono appena arrivata a Villa Segreta con la “sagrada familia” e, in meno di due giorni, mi sono presa un infamissimo…

nido

Da prigione a nido

Ciao Bianca, ti scrivo ancora da Roma, ormai sto rimettendo radici nel luogo dal quale mi ero sradicata, forse per colpa dell’eccessivo zelo di trovare terreni più fertili che dessero nutrimento alla mia anima irrequieta. Sto cominciando ad apprezzare la quiete della normalità, l’affetto strabordante di mamma, l’insopportabile essere burbero del Colonello e la spensierata…

cura

E poi metti al centro l’essenziale

Ciao Bianca, come stai? Qui le cose, nella loro complicanza, si fanno semplici . Non sono riuscita a scriverti prima perché sto cercando di capire come muovermi dopo quello che è successo a papà. Il suo recente incidente in moto (con la stessa dinamica di quello di mio fratello di qualche tempo fa) e l’improvvisa depressione…

galassia

Stelle, galassie e stinchi di maiale

Ciao cugina, rimanere inermi e doloranti a letto deve essere davvero invalidante! Ma quel disgraziato di tuo marito, almeno,  è tornato ad aiutarti oppure ha continuato a nascondersi dietro al lavoro? Spero tu stia un pochino meglio, come spero che la risonanza che farai a breve ti sveli il motivo (scientifico) di questo blocco improvviso.