Sonno cosmico

Categories:Stella
Tags:
Stella

sonnoScusa, scusa, scusa e scusa cugina.

Lo ammetto. Sono sparita.

Ma come ben sai – visto il lavoro di quella specie di marito che ti ritrovi –  i mesi di maggio e giugno sono un vortice di follia per chi organizza eventi, come la sottoscritta.

Sono riemersa dopo settimane di valigie da fare e disfare, liste da controllare e voli da riproteggere.

Sono riemersa, si fa per dire. Visto che si è rotta la lavatrice e i panni sporchi mi invadono come un plotone di esecuzione famelico e arrabbiato.

Che si dice dalle tue parti? Hai iniziato a lavorare con Elena, vero? Dimmi di sì! Come sono andate le pagelle dei ragazzi? Progetti estivi?

Qui poche nuove. Un periodo indefinito.

Non riesco a capire se sono incazzata, distaccata, allegra, triste o solo immensamente proiettata, corpo, spirito, mente e quellochetipassaperlatesta al weekend.

Ho un sonno cosmico.

Questo sarà il primo weekend a casa dopo mesi di trasferte. Voglio starmene sul letto a contare tutti i miei punti neri – uno dopo l’altro, ma senza schiacciarli (sarebbe troppo faticoso).

Niente sesso, amichetti, giochi erotici o serate all’insegna di rum, pera e balli sfrenati.

No-ne.

Solo, soltanto e solamente io, il mio letto e i punti neri da contare, come le stelle del firmamento.

Visto il  fancazzismo imperante e il fine settimana in arrivo che bramo come Alessandro Gassman nudo nel mio letto,  stasera mi sparo una bella valeriana con gamberetti e uvetta, 5 minuti e poi di corsa a fare l’amore con sor Morfeo. Daje che tra due giorni dormo 12 ore di fila!

xoxo,

Stella


Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Name*
Email*
Url
Your message*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>